Chi siamo

Chi siamo? In quale direzione vogliamo indirizzare i nostri figli? A quale civiltà si sentiranno di appartenere? In quali valori potranno credere? Riscopriranno il valore della solidarietà o cadranno nell’individualismo? La civiltà Mediterranea, quella che ha gettato le fondamenta del mondo occidentale; quella che ha dato valore alla storia d’Italia e delle nazioni del mare nostrum. Noi crediamo che esista ancora e che non sia tramontata. La Nuova Civiltà Mediterranea: storia, cultura e tradizioni che sono colonne portanti delle società occidentali e dell’Europa. L’Italia è una Civiltà Mediterranea e lo è sempre stata oltre ogni divisione politica.

I Valori dell'Europa In evidenza

L ’Europa dei cittadini e dell’ideale umano, della tolleranza, dei diritti umani e dell’integrazione sociale, L’Europa urbana e delle Università, affonda le proprie radici nella civiltà mediterranea.

I valori fondamentali che nel Continente regolano le comunità contemporanee, così come il diritto e la giurisdizione, traggono origine dalla sedimentazione di valori ed esperienze che nel tempo hanno creato la civiltà mediterranea stessa.

Questi valori sono ancora vivi ed ad essi occorre fare riferimento per recuperare la spinta propulsiva di una nuova coesione sociale e di un nuovo sviluppo economico e materiale in Italia.

Il principio fondamentale della crescita sociale ed economica riposa sul difficile equilibrio tra gli interessi in campo. Fondamentalmente detto equilibrio riguarda innanzitutto il rapporto tra l’interesse del singolo con quello più diffuso della propria comunità di riferimento, sia essa quella dell’intera Europa, sia essa quella Italiana, sia essa quella della comunità più ristretta nella quale ciascuno vive e svolge la propria quotidianità.

L’equilibrio di cui trattasi si può ottenere – in ciascuno dei livelli citati – solo stabilendo che l’azione più utile, sul piano sociale ed economico, è quella che produce il miglior vantaggio per il singolo e per la sua comunità di riferimento al tempo stesso. Sono pertanto virtuose le azioni che si armonizzano con l’interesse collettivo e negative quelle che tendono al vantaggio egoistico ed individualista tout court.

Così non si può aderire all’Europa  se non si pensi che la stessa sia espressione non solo finanziaria, ma sociale e politica di tutti i paesi e le nazioni che ne fanno parte. Non si può aderire all’Europa pensando che la crescita del nostro Paese non condizioni e resti condizionata dallo sviluppo di tutti gli altri.

Si può fare una politica finanziaria  considerando che la finanza deve favorire lo sviluppo e non la ricchezza del singolo gruppo di potere.  C’è bisogno di un approccio storico dell’economia e orientato alla realtà dei processi di produzione e distribuzione dei beni. Un’economia sostanziale capace di promuovere un livello di occupazione tale da garantire un’ adeguata protezione sociale. Si può pensare che l’educazione  non è un prodotto da erogare, ma l’estrinsecazione e la diffusione di valori comuni patrimonio delle istituzioni e quindi della collettività organizzata.  Si può concepire una giustizia in scala con le dinamiche sociali e  una pena che restituisca un vantaggio alla collettività danneggiata. Dobbiamo fare di più per affrontare temi come la disuguaglianza sociale, il degrado ambientale e la salute pubblica.

Nella civiltà mediterranea il singolo, i suoi valori e la sua comunità hanno rappresentato e rappresentano la combinazione dello sviluppo, della crescita e di una impronta culturale che ha contrassegnato l’intero mondo occidentale.

Questi valori non sono astratti, sono concreti e tangibili poiché si declinano sostanzialmente in due principi: quello di responsabilità delle azioni individuali e collettive; quello della solidarietà intesa però come “solidità” e coesione sociale, il che si traduce nel recupero del rigoroso rispetto delle istituzioni pubbliche da parte di chi le rappresenta e da parte di chi è rappresentato.

 

Lascia un commento

Compilando questo modulo dichiaro di accettare espressamente i termini e le condizioni di utilizzo del sito in tema di privacy come specificato nella pagina "termini e condizioni"

ultime news

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next
Per noi autistici non esiste diritto di cittadinanza.

Per noi autistici…

Qualcuno sa dirci qualcosa del Casale delle Arti? Io non ho più sentito nessun...

28-09-2018 09:48 Categoria 1

Congresso Nazionale Accademia Italiana di Scienze Forensi

Congresso Naziona…

Di fronte ad un crimine quali sono le scelte investigative corrette ? "Quel c...

25-09-2018 09:15 Categoria 2

E' possibile creare una rubrica telefonica dei " miliardi di persone povere" e inviare loro direttamente denaro digitale con un messaggio di testo ? In Kenya questo è già possibile.

E' possibile crea…

di Alessia Brogi - E' un errore lasciare la diseguaglianza al suo destino, scriv...

26-08-2018 09:16 Categoria 2

FUNDRAISING conferenza

FUNDRAISING confe…

Conferenza FUNDRAISING di Alessia Brogi - Resilienza come tutti sappiamo, è...

20-08-2018 09:13 Categoria 2

Il principio di tutela preventiva dell' ambiente ed il potere di pianificazione urbanistica. Esempi di inciviltà.

Il principio di t…

Di Alessia Brogi - Il potere di pianificazione territoriale deve tener conto sia...

08-08-2018 16:16 Categoria 1

Sicurezza stradale

Sicurezza stradal…

di Alessia Brogi - Il tema della sicurezza stradale è complesso. La strada viene...

19-07-2018 10:11 Categoria 2

Nuovo piano della…

Alcuni manifestanti davanti al comune di Viareggio di diverse associazioni si so...

07-06-2018 08:46 Categoria 1

Delirio di onnipotenza

Delirio di onnipo…

DiAlessia Brogi - C'era una volta un Re. Antigone è una tragedia di Sofocle. L'o...

29-05-2018 09:31 Categoria 1

Lago di Massaciuc…

UN CONTRATTO PER SALVARE E PER RIVITALIZZARE IL LAGO E TUTTO IL SUO ECOSISTEMA ...

21-05-2018 08:11 Categoria 1

Scelti per voi