Sicurezza urbana: linee essenziali di programma.

di Alessia Brogi - La legalità e la sicurezza non hanno "colore" poiché sono la premessa ela condizione del benessere di ogni comunità. E' necessario promuovere educazione alla legalità e prevenzione, contro le insidie più diffuse che affliggono il mondo giovanile (alcool,
droga, bullismo, violenza di genere).

E' necessario altresì pretendere il rispetto delle regole nell'ambito della convivenzacivile intervenendo con gli strumenti di polizia anti-crimine oltre che polizia amministrativa.


 

 E' necessario valorizzare il ruolo della polizia municipale,

come polizia di prossimità e di comunità, per il
contrasto dell'illegalità diffusa e dei comportamenti che
danneggiano la convivenza civile, i decoro urbano ed i beni pubblici.

La sicurezza, per la sua complessità, comporta una
stratificazione di competenze che, prevalentemente fanno capo alle
autorità statali (Prefettura, Questura, Commissariato di PS, presidi dell'Arma dei
Carabinieri, Comandi della Guardia di Finanza).

Non di meno, la popolazione stanziale e quella turistica, avverte sempre
di più, nel tempo, la necessità di rapportarsi con
l'Amministrazione Comunale,
individuando nel Sindaco, direttamente eletto, il garante della
qualità urbana e quindi della tranquillità pubblica.

Questo impone al Sindaco di inserire nel proprio programma
di governo della Città una serie di azioni
volte a migliorare le condizioni di sicurezzareale

e ad attenuare il senso di insicurezza diffusa.

Le linee essenziali di un programma di governo della sicurezza locale,
realizzabili utilizzando lo spazio di manovra consentito dalla
normativa vigente, passano attraverso:

Il rapporto con le autorità dello Stato 
deputate al mantenimento dell'ordine e della sicurezza pubblica, seguendo un
principio di sussidiarietà (rapporti con il Commissariato e con la
Stazione Carabinieri, con la Questura ed in ultima analisi con la
Prefettura)

Il migliore utilizzo della Polizia locale per il
presidio del territorio e per i controlli di prevenzione e polizia
amministrativa

Il ricorso agli strumenti di sicurezza
sussidiaria (volontariato, guardie giurate), di
sicurezza passiva (videosorveglianza e tecnologie per la sicurezza), di sicurezza
di comunità (coinvolgimento dei cittadini e delle rappresentanze economiche).

Lascia un commento

Compilando questo modulo dichiaro di accettare espressamente i termini e le condizioni di utilizzo del sito in tema di privacy come specificato nella pagina "termini e condizioni"